M A E W E S T

Pornografa”, per la censura.

Un tema scottante quanto Hitler”, secondo il magazine Variety.

Il critico George Jean Nathan la soprannominò “la statua della libidine” e Cole Porter le dedicò una canzone nel musical Anything Goes.

Il Big Ben delle donne tutte curve”, disse di lei Truman Capote.

I Beatles negli anni ’60 vollero la sua immagine sulla copertina di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band e il pittore Salvador Dalì disegnò un divano in seta rossa ispirandosi alla forma delle sue labbra.

Mae West fu un personaggio a dir poco scandaloso e l’America degli anni Trenta non era ancora pronta per Lei.

Ma Lei sì, e non voleva sprecare un istante del futuro da “mito” che intendeva costruirsi.

In effetti, non impiegò molto tempo ad entrare nell’immaginario collettivo americano.

Gli alleati della Seconda Guerra Mondiale diedero nome “Mae West” ad un giubbotto salvagente le cui forme armoniose ricordavano quelle dell’attrice.

E’ da lei che la bellissima e deliziosamente ancheggiante Betty Boop prese le forme tutte curve, le movenze atte a sedurre e le battute ammiccanti.

Per lei il sesso è un fumetto da animare”, disse il critico John Mason Brown.

E dire che raggiunse l’apice del successo a quarant’anni. Il successo e lo scandalo furono una cosa sola. Nel 1926 finì in carcere per via della sua opera Sex, denunciata per oltraggio al pudore.

L’umorismo intelligente, infarcito di un pizzico (q.b.) di cinismo, la bellezza prepotentemente maliarda; i biondi riccioli irrequeti finti angelici su un volto di bambina dispettosa che ha appena infilato le dita – no, ma che diamine, l’intera mano! – nella nutella; lo sguardo acuto, brillante, malizioso e seduttore fino al parossismo, a tutti i costi.

Senza fare un torto al re dell’umorismo graffiante, potremmo definirla la versione curviforme, intrigante e seducente di sua maestà Groucho Marx – non me ne vorrà Groucho, che adoro. Di Mae, infatti, è la stilettata, ormai divenuta celebre tra le molte maliziose e sagaci che trasse dal suo elegante decollete:

E’ una pistola quella che hai in tasca, o sei solo felice di vedermi?”

Perfino quel nome, M A E W E S T, sonoro e fulminante come lei – morbido e melodioso in quella “m” che apre, tagliente e affilato come le sue battute, con quella “t” perentoria a chiuderlo – pare la sintesi in sei lettere della vita di una perfetta cometa.

La filmografia di Mae West non è sterminata, diversamente da quella di altre star hollywoodiane sue contemporanee come Marlene Dietrich, la cui eco ha attraversato con più vigore gli anni, ma la sua parabola ascendente fu sorprendentemente rapida. E fu un fulmine a ciel sereno.

A onor del vero, Mae West lo squarciò quel cielo.

In copertina: Maliarda, acrilico su carta, 24 x 33

14 pensieri su “M A E W E S T

    1. Immagino che lo scandalo creato dal suo personaggio abbia pesato più di tutto il resto: e “tutto il resto” era davvero moltissimo. Ma l’America non era pronta. Il senso del pudore ha fatto il resto, gettandola nell’ombra rispetto ad altre star del cinema dell’epoca. Il fatto di averne almeno sentito parlare si può quindi considerare un merito della tua inesausta curiosità 😉

      Piace a 1 persona

    1. Chissà se le sarebbe piaciuto essere definita “sulfurea”, io dico di sì. Una di quelle sensazioni che ti penetra le nari, la pelle, ti pervade vertiginosamente, diabolicamente s’insedia 🙂 ❤
      P.S. Una bionda infilata nel film di una rossa e un coniglio: impossibile da dimenticare 😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.